Sessione 37: muoia Klauth e tutti i filiestei

Dal diario di Barzok

Comincia la battaglia.

Forse l’ultima battaglia degli Unti di Gradsul. Klauth e Bal Kat sono in netta inferiorità numerica visto che i nostri sono spalleggiati dal potente Re Rajath e dal leggendario Drittz Do’Urden, ma riescono tranquillamente a tenere testa a tutti i loro avversari. La battaglia è dura e senza esclusione di colpi e non sembra volgere verso nessuna delle due fazioni, quando Artèl finalmente riesce a liberare Ice Wings dalle sue catene mentre gli altri finivano di distruggere dei cristalli che stavano sull’altare del drago, probabilmente fonte di potere per Klauth e Bel Kat. Il drago appena liberato si alza in volo e si posiziona difronte a suo padre e facendo appello a tutte le sue forze rimaste sferra un ultimo colpo mortale intriso di un’arcana energia che mette a dura il potentem Klauth. Anche Bel Kat indebolito dalla distruzione delle pietre cade sgozzato brutalmente da Artèl.

La battaglia sembra essere vinta quando, impazzito dalla rabbia e dal dolore delle ferite, Klauth gioca la sua ultima carta, si alza in volo e con la sua tremenda forza tenta di distruggere tutta la grotta vacendone la tomba di tutti i presenti.

Gli Unti sono presi dal panico, c’è chi vola e chi fugge, c’è chi rimane a guardare e chi tanta di spingere due draghi verso l’uscita. Massi sempre più grandi cominciano ad abbattersi contro i nostri Unti, Klauth è impazzito e vuole portarsi via tutto e tutti. Ma gli Immortali non rimangono impassibili difronte agli eroi in difficoltà e così la compagnia si salva ed assiste insieme e Rajath e Drittz alla morte di Klauth schiacciato dalla caverne. Nemmeno Ice Wings ce l’ha fatta, il drago che Barzok non è mai riuscito ad avere, ma forse è un bene che il sangue di Clauth sia definitivamente scomparso.

E’ finita.

La cosiddetta “quiete dopo la tempesta” viene interrotta solo dalla voci del potente Re Rajath e di Drittz immerse in una discussione che va via via a scaldarsi.

Dopo un attimo Rajath scompare ma l’attenzione di Leletto viene catturata da un oggetto che il potente Drago-Lich aveva in mano un attimo prima di sparire, era una pietra a lui familiare, una delle pietre che molto tempo prima gli Unti hanno sottratto agli Orchi per impedire l’invasione di Gradsul.

Abbattuto e frustrato Drizz spiega di come si sia fidato sbagliando di Rajath, che lo scopo del Drago-Lich era solo di recuperare l’ultima pietra e usarle tutte per aprire il portale e invadere altri mondi.

Sembra roba per avventurieri.

Gli Unti di Gradsul sono pronti per una nuova avventura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: