Archivio per gennaio, 2012

Prossima Sessione

Posted in Ambientazione, Sito on 24 gennaio 2012 by Dungeon Master

Comunicazione di servizio,

prossima sessione fissata per Lunedi 30 gennaio, solita ora, solito posto, peste a chi sposta.

DM

Annunci

Sessione 42: Chi è il cacciatore? Chi è la preda?

Posted in Sessioni on 24 gennaio 2012 by Dungeon Master

Dal Diario di Barzok

Con l’acqua alla gola Artèl cerca di risalire l’altissima scogliera non senza difficoltà, più volte scivola e ricade in acqua. L’impresa sembra dura, quasi impossibile, ma Artèlnon è tipo da mollare così facilmente. Lo stesso sangue di Dakor scorre nelle sue vene, la stessa tenacia e la stessa cocciutaggine. Dopo vari tentativi andati a vuoto, finalmente trova un appiglio sicuro e comincia a scalare la parete. Completamente bagnato, immerso nell’oscurità e col vento freddo che comincia a far perdere sensibilità alle mani il nostro Artèl sta tentando un impresa impossibile per un normale essere umano, ma Artèl non è un normale essere umano, lui è un “Unto di Gradsul” e sa che i suoi compagni hanno bisogno di lui. Animato da questi sentimenti si fa forza e dopo un po’ riesce a raggiungere la cima della scogliera e riguadagnare il sentiero. Cleg Zincher lo sta aspettando e Artèl lo sa ma non è il momento di affrontarlo, ci sarà un’occasione migliore, così decide di tornare dai suoi compagni all’accampamento.
Riesce ad arrivare a destinazione mentre i compagni stavano ormai partendo per andarlo a cercare. Mentre attendevano Artèl gli Unti trovano degli appunti di Cleg Zincher dove sfogava la sua frustrazione e la sua rabbia nei confronti di “Shindiira” un’entità che a quanto pare teneva soggiogato Cleg. Aggiornati sugli eventi decidono di partire tutti il giorno dopo per andare a scovare il nascondiglio di Zincher.
Attraversata la scogliera gli Unti scoprono che l’entrata è una grotta marina sorvegliata da un terribile squalo bianco, un mostro spietato e gigantesco. Affrontarlo sembra fuori discussione quindi i nostri decidono di provare a distrarlo con della selvaggina e poi entrare nella caverna.
Barzok e Artèl si inoltrano quindi nella foresta a caccia, ma se la foresta del gomito del diavolo è pericolosa di notte, di giorno non è da meno, e i due cacciatori cadono svenuti sotto i poteri di un’Akata.
Svegliati dai propri amici venuti in loro soccorso si accorgono di essere stati morsi del mostro. Il morso dell’Akata può essere pericoloso per i suoi effetti secondari ancora misteriosi e mentre Artèl  se ne salva grazie all’acqua salata (fatale per l’Akata), Barzok sembra essere stato colpito da una tremenda e micidiale infezione…
La mutazione ha inizio..

Sessione 41: il Gomito del Diavolo può diventare fatale di notte..

Posted in Sessioni on 17 gennaio 2012 by Dungeon Master

Dal diario di Barzok


Occhi, nell’ombra del bosco, osservano gli Unti, mentre lo scontro continua e il colosso sembra non voglia cedere, la sua forza disumana riesce a tenere tasta a tutto il gruppo senza battere ciglio. Ad aggravare la situazione ci pensano tre Akata che attirati dai rumori del combattimento si affacciano nell’accampamento e si preparano ad attaccare chiudendo gli Unti tra due fuochi. Come sempre la situazione per i nostri si aggrava e come sempre loro riescono a tirarsene fuori non senza qualche graffio bello grosso però. Il colosso viene finalmente abbattuto e con un gran tonfo rovina al suolo, ora gli sforzi si concentrano sulle tre bestie, ma dopo un po’ anche loro cadono sotto i colpi degli Unti. Purtroppo per gli eroi la pace è sempre stata solo un  miraggio e Artel, che più di tutti mantiene i sensi in allerta si accorge che Cleg Zincher si è liberato e sta scappando nell’ombra della foresta. Parte così all’inseguimento del fuggitivo tra fronde e rami che ostacolano il percorso, è lesto il nostro ladro, ma molto di più lo è Cleg che mentre scappa riesce a liberarsi delle corde “tagliandole”, cosa che manda Artel su tutti le furie.
Gli Unti non sanno dove sia finito il loro compagno, e a nulla sono servite le perlustrazioni fatte da Fulgensio dall’alto della sua scopa, e mentre loro si preoccupano per l’amico, Artel arriva ad una scogliera dove Cleg lo sta aspettando, a dividerli c’è una balaustra traballante e strapiombo sul mare che sia abbatte sulla scogliera 15 metri sotto di loro.
Artel prova ad avvicinarsi al suo nemico, ma Cleg gli spara contro dei dardi e, per evitarli, Artel perde l’equilibrio e cade in mare tra gli scogli.
Intanto i suoi compagni, dopo aver saccheggiato l’accampamento, cominciano a preoccuparsi del mancato ritorno del loro compagno, il Gomito del Diavolo può diventare fatale di notte…