Sessione 41: il Gomito del Diavolo può diventare fatale di notte..

Dal diario di Barzok


Occhi, nell’ombra del bosco, osservano gli Unti, mentre lo scontro continua e il colosso sembra non voglia cedere, la sua forza disumana riesce a tenere tasta a tutto il gruppo senza battere ciglio. Ad aggravare la situazione ci pensano tre Akata che attirati dai rumori del combattimento si affacciano nell’accampamento e si preparano ad attaccare chiudendo gli Unti tra due fuochi. Come sempre la situazione per i nostri si aggrava e come sempre loro riescono a tirarsene fuori non senza qualche graffio bello grosso però. Il colosso viene finalmente abbattuto e con un gran tonfo rovina al suolo, ora gli sforzi si concentrano sulle tre bestie, ma dopo un po’ anche loro cadono sotto i colpi degli Unti. Purtroppo per gli eroi la pace è sempre stata solo un  miraggio e Artel, che più di tutti mantiene i sensi in allerta si accorge che Cleg Zincher si è liberato e sta scappando nell’ombra della foresta. Parte così all’inseguimento del fuggitivo tra fronde e rami che ostacolano il percorso, è lesto il nostro ladro, ma molto di più lo è Cleg che mentre scappa riesce a liberarsi delle corde “tagliandole”, cosa che manda Artel su tutti le furie.
Gli Unti non sanno dove sia finito il loro compagno, e a nulla sono servite le perlustrazioni fatte da Fulgensio dall’alto della sua scopa, e mentre loro si preoccupano per l’amico, Artel arriva ad una scogliera dove Cleg lo sta aspettando, a dividerli c’è una balaustra traballante e strapiombo sul mare che sia abbatte sulla scogliera 15 metri sotto di loro.
Artel prova ad avvicinarsi al suo nemico, ma Cleg gli spara contro dei dardi e, per evitarli, Artel perde l’equilibrio e cade in mare tra gli scogli.
Intanto i suoi compagni, dopo aver saccheggiato l’accampamento, cominciano a preoccuparsi del mancato ritorno del loro compagno, il Gomito del Diavolo può diventare fatale di notte…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: